Non si fa, ma come mai?

Ringraziamo il lettore iKenny che ci comunica in un commento che:

Fabio Bocchiola, Amministratore Delegato SEI, annuncia semplicemente con una breve e laconica nota:

“Comunichiamo di aver richiesto oggi la sospensione della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale e dell’iter autorizzativo per il progetto della centrale termoelettrica di Saline Joniche”.

Una grande vittoria complimenti a tutti!

Ma non abbassiamo la guardia!

Noi non vogliamo fare i “calabresi”, ma una domanda ci sorge spontanea (come diceva non ricordo chi!):

Come mai? In un mondo che non si interessa dei popoli e del territorio è possibile che la SEI risulti diversa?

E’ grazie al presidente Loiero che si è dichiarato contrario fin da subito?

Oppure grazie alle tante manifestazioni che la popolazione ha effettuato?

Secondo noi, alla fine, rimane una questione di soldi; come scrivevamo nel post Centrale a carbone for Dummies, “Dal 1° gennaio 2010 ogni nuovo impianto a carbone potrebbe non essere autorizzato se non sarà carbon capture ready e dal 2016 in nessun stato membro dell’Unione europea potrebbe essere permesso il funzionamento di impianti di generazione di energia elettrica autorizzati dopo il 1 gennaio 2010 e che emettano emissioni di anidride superiori a 350 g/kWh”

Forse si sono resi conto che il gioco non vale la candela?

Non si fa, ma come mai?ultima modifica: 2008-09-20T19:50:04+00:00da cheyenne975
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento